Libreria

 

Le pubblicazioni del Lien Mécanique Ostéopathique

Il Lien Mécanique Ostéopathique è un metodo osteopatico innovativo che si appoggia sui principi essenziali dell’osteopatia tradizionale di A.T.Still. Basandosi su un importante esperienza clinica, degli autori del libro e di numerosi altri osteopati formati al metodo, il Lien Mécanique propone, per la diagnosi e l’aggiustamento, un insieme di tecniche specifiche.

Così i test di messa in tensione permettono di esaminare con semplicità la totalità del corpo e di mettere in evidenza l’insieme delle lesioni esistenti. I test in bilancia inibitrice permettono di gerarchizzare con logica queste lesioni al fine di mettere in evidenza le dominanti e la primaria.

Questo sistema di diagnosi a reso possibile l’esplorazione di campi anatomici fino ad allora trascurati e di scoprire delle lesioni osteopatiche sconosciute: le diastasi articolari, la fissazione delle linee di forza intra-ossee o la lesione dell’arteria, che giocano ad esempio un ruolo eziopatologico rilevante in molti casi. Il fatto di conoscere queste lesioni, di saperle testare e trattare costituisce un grande passo avanti in terapia manuale. A livello di trattamento, la tecnica originale del recoil permette una correzione rapida ed efficace delle lesioni primaria e dominanti al fine di normalizzare, direttamente o indirettamente, tutte le lesioni esistenti. Questa tecnica è senza controindicazioni su qualsiasi paziente.

Questo libro espone in modo chiaro e dettagliato la metodologia del Lien Mécanique. È un libro totalmente nuovo che fa seguito ad una prima presentazione del metodo edita nel 1985. Questa edizione in francese è all’origine dell’edizione americana (Mechanical Link, 2002).

 

 

 

L’arteria è una struttura essenziale, vitale, onnipresente che sorprende per l’importanza delle sue funzioni: quelle conosciute, come la nutrizione, quelle dimenticate o sottostimate, come il vettore d’informazione neuro-vegetativo, o meglio il ruolo biomeccanico che gioca, partendo dalle articolazioni periferiche alle rachidee fino alla dinamica viscero-organica.

Il sistema vascolare, con il sistema neuro-vegetativo che l’accompagna, costituisce infatti per l’osteopata “il legame” (le lien) meccanico, fluidico e neurologico che a seconda unisce la totalità del corpo.

Gli autori pubblicano in questo testo, per la prima volta, i risultati di quindici anni di lavoro e di esperienza clinica su questo soggetto presentando un metodo completo per l’esame ed il trattamento manuale di queste strutture.

Se l’approccio osteopatico dell’arteria offre incontestabilmente delle nuove prospettive in medicina funzionale, questo libro di riferimento, chiaro e didattico, dona infine al lettore i mezzi per applicare in pratica il concetto di A.T. Still: “La regola dell’arteria è suprema”.

Edizione in Francese/Inglese

 

 

Infine un libro innovativo per l’osteopatia. In effetti, malgrado l’interesse evidente di Andrew Taylor Still, fondatore dell’osteopatia, per il sistema osseo, la nozione di lesione intra-ossea è stata poco o per nulla approfondita dai suoi successori. Questa lacuna così deplorevole nel concetto di lesione globale è ormai colmata.

Le differenti disfunzioni ossee presentate in questa opera non sono mai state descritte ne repertoriate nella terminologia osteopatica. La loro conoscenza è di grande interesse non solo per l’osteopatia ma anche per i medici ortopedici ed i medici dello sport che molto sovente devono confrontarsi con sintomatologie dolorose senza alcuna spiegazione ne risposta terapeutica. Durante la lettura, scoprirete non solamente tutta l’importanza e la diversità di queste lesioni intra-ossee ma apprenderete anche a testarle e correggerle in modo semplice, rapido ed efficace. Un capitolo completo tratta allo stesso modo le lesioni in diastasi articolare apportandone al termine una soluzione osteopatica a questo problema all’origine dell’instabilità e dell’ipermobilità articolare.

Edizione in Francese/Inglese