Formazione

Presentazione

 

Per abbordare la globalità dell’essere umano, osteopata deve un approccio adattato alla complessità ed all’unicità di ogni paziente. Con il Lien Mécanique, proponiamo un metodo osteopatico coerente fondato su 3 tappe:

  • La diagnosi della lesione totale del paziente (tutte le disfunzioni somatiche che presenta), grazie ad un esame generale sistematico e completo del rachide, del torace, del cranio, del viscerale, delle ossa, delle arterie, dei nervi, ….., per mezzo di test di messa in tensione. Questi test tessutali di messa in tensione sono semplici, leggeri, rapidi, affidabili e riproducibili. Sono applicabili senza controindicazioni su tutti i pazienti, qualunque sia la loro età e le loro condizioni di salute.
  • La diagnosi della lesione primaria del paziente, per trovare la disfunzione più importante che cristallizza le tensioni fisiche e psichiche della lesione totale, grazie ai test in bilancia inibitrice. I test in bilancia gerarchizzano le differenti lesioni osteopatiche trovate (secondarie, dominanti e primarie) e donano l’ordine secondo il quale devono essere trattate le disfunzioni causali.
  • Il trattamento delle lesioni primaria e dominanti grazie alla tecnica specifica del recoil. Questo tipo di aggiustamento, molto apprezzato dagli operatori per la sua precisione, la sua velocità di esecuzione e la sua efficacia immediata, plebiscitata dai pazienti per il confort e la sicurezza che procura, è un eccellente alternativa alle tecniche strutturali o funzionali abitualmente utilizzate in osteopatia.

 

L’insegnamento, basato su un’esperienza di più di 20 anni, permette ai professionisti di mettere immediatamente in situazioni di studio le nozioni ed i gesti acquisiti. Ogni stage apporta nuove competenze che possono integrarsi con tutti gli altri approcci osteopatici. L’insieme dei seminari offre all’operatore la possibilità di trattare efficacemente tutta la sua clientela, dai casi piu semplici ai casi piu complessi, nel più grande rispetto del concetto osteopatico.